Sito ufficiale Pallacanestro Crema

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA PALLACANESTRO CREMA IN SENATO
17 GEN 16 - La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli ha incontrato questa mattina al Miur la squadra della Pallacanestro Crema impegnata da settembre nella campagna #NOVIOLENZACONTROLEDONNE, slogan che ha preso il posto degli sponsor sulle maglie di gioco. “L’aspetto più innovativo di questo progetto riguarda il fatto che siete uomini scesi in campo contro la violenza sulle donne e che avete scelto di occuparvene tutti i giorni indossando questa maglia, sensibilizzando cittadine e cittadini, tifose e tifosi” ha detto la Ministra Fedeli incontrando i giocatori oggi al ministero. “Lo sport ha una funzione educativa importantissima e voi giovani sportivi potete diventare dei modelli di riferimento soprattutto per i più piccoli. Siete la migliore gioventù che abbiamo. Quella che si impegna e che non resta indifferente” ha sottolineato la Ministra. Il progetto infatti prevede un impegno trasversale che partendo dal campo, arrivi alle categorie giovanili e nelle scuole per sensibilizzare le ragazze ed i ragazzi e sostiene concretamente la Rete Con-Tatto impegnata nella lotta alla violenza sulle donne ed al sostegno delle vittime. “Solo nei primi dieci mesi del 2016 in Italia è stata uccisa una donna ogni tre giorni. Dal 2006 al 2016 sono state uccise 1.740 donne. Le forme di violenza possono essere tante e come ministra mi impegnerò, ovviamente, per sensibilizzare le nostre giovani ed i nostri giovani” ha poi chiuso. Attraverso la collaborazione con la Direzione dello Studente l’Integrazione e la Partecipazione, l’esperienza dei giocatori della Pallacanestro Crema diventerà un modello da replicare con le giovanissime ed i giovanissimi sportivi dei campionati studenteschi e sarà inserita come buona pratica sul portale del Ministero www.noisiamopari.it

Ad un soffio dall’impresa
16 GEN 17 - Se quel pallone di Daniele Manuelli a 7 secondi dalla fine fosse entrato nella retina del canestro, a quest’ora staremmo parlando di impresa, della vittoria della piccola Davide Pallacanestro Crema contro il gigante Golia Baltur Cento. Ci è mancato davvero poco. Ultimi secondi di gioco, il pubblico locale è in delirio. Daniele Manuelli ha in mano il pallone decisivo ma un tiro quasi in corsa sfortunato lo fa infrangere contro il ferro. Pesantemente limitata dagli infortuni con ben 4 e dico 4 uomini non disponibili che limitava la rosa a soli 6 giocatori e con coach Baldiraghi espulso a metà del primo tempo per aver protestato in modo troppo veemente contro la coppia arbitrali per un presunto fallo non fischiato ai danni di Manuelli, la Pallacanestro Crema lotta come non mai e guidata dal vice coach Francesco “Ciccio” Trimboli sfiora l’impresa di lisciare il pelo alla potente avversaria. I cremaschi hanno iniziato l’incontro con il quintetto inedito quanto agguerrito composto da Bovo, Bozzetto, Liberati, Manuelli e Nicoletti facendo capire agli ospiti che avrebbero venduto cara la vittoria e portandosi nel giro di qualche minuto a +4. Vantaggio costantemente ridimensionato dalla Baltur fino al pareggio ed al sorpasso sul finire della prima frazione di gioco. Poco prima della brutta sfuriata di coach Baldiraghi che gli è costata l’allontanamento dal campo. Guidati dal vice coach Francesco Trimboli i rosanero hanno ripreso l’impari lotta contro Golia sempre sostenuti dal calore del proprio pubblico. Fino al minuto 38. Crema è sotto di 3, Bozzetto recupera palla e piazza una sberla da 2 che fa rizzare i peli del collo ai tifosi locali e fa spaventare notevolmente quelli ospiti. Pignatti si impossessa del pallone ma viene fermato da un Alessandro Petronio granitico ed in grande forma che con una bella stoppata gli dice “no, bello. Non passi!”. Timeout. 39’07’’. Caroldi perde palla. Nuovo timeout. Manca meno di un minuto ed un solo punto all’impresa. Manuelli tenta l’arrembaggio ma viene stoppato. La Baltur si impossessa della palla e la mantiene con Andreus. 39’47’’ Bedetti sbaglia il tiro da 3 che chiuderebbe la partita, Bozzetto recupera in rimbalzo e lancia Manuelli che in corsa fallisce il tiro dall’area. Il sogno di battere la Baltur Cento si infrange. Pallacanestro Crema 66 Baltur Cento 67. Verdetto amaro ma non del tutto negativo, in primis perché ha dimostrato che la potente Cento non è imbattibile, ma soprattutto perché nei momenti di difficoltà la squadra sa comunque trovare la grinta e la cattiveria giusta per non mollare nei giovani Nicoletti 3pt, Bovo 10 pt e Petronio 16 pt. Archiviata seppur malamente la prima giornata del girone di ritorno, sabato 21 alla Pallacanestro Crema spetta una non semplice trasferta in terra meneghina contro una Hikkaduwa uscita davvero malconcia dal confronto contro la capolista Orzinuovi.
News
 
Torna ai contenuti | Torna al menu